Il cren

Il rafano

L’armoracia rusticana – detta rafano, barbaforte o cren – è una pianta rustica coltivata ancora negli orti familiari delle campagne vicentine. Oggi si acquista ancora in vasetto nei supermercati oppure viene proposta in numerosi ristoranti di livello nelle sue versioni più ammorbidite (con la mollica di pane o con la panna per realizzare la spuma di rafano); eppure, in tali versioni, il suo carattere indomito ne viene smorzato, perdendo la sua vena creativa e intrinsecamente aggressiva.

Il cren infatti, tra novembre e febbraio, veniva e viene ancora raccolto, lavato e grattuggiato – lacrimando non poco – e poi conservato immergendolo nell’aceto. È così che mantiene tutte le sue proprietà organolettiche. Le teste, da dove parte il getto verde, vengono rinterrate per dar vita a nuove piante. La salsa, invece, si abbina a carni povere come il cotechino, le ossa di maiale (i ossi de mas-cio) e i lessi in generale. Ne basta poca, ma la resa in termini di sapore è massima.


Nasce un gruppo di acquisto, nasce un Alveare

Il cibo sostenibile è la mission attorno cui ruota questo sito. Abbiamo raccontato le storie di molti produttori della nostra provincia, alcuni attivi da generazioni, altri nati negli ultimissimi anni. Quello che li accomuna è l’amore per le produzioni agricole e artigianali, l’intimo rispetto per l’ecosistema in cui sono inseriti, la volontà di valorizzare il… Continua a leggere Nasce un gruppo di acquisto, nasce un Alveare